Allievi ok anche a Guidonia: 3 - 1 e quarta vittoria consecutiva.

Allievi Regionali, 7^ giornata: Guidonia – Tor Sapienza

Guidonia: Arenelli; Magno, Pennazza, De Amicis, Lanna, Selpio, Esposito, Cimaglia, Kentrowski, Marroni, Lulli. A disp. : Sbordoni, Ossi, Felici, Ferrari,Piastri, Coppola, Piccioni. All. : Melillo.

Tor Sapienza: Frezzotti; Fabbri (De Nicola), Mesa, Procaccianti, Forte, Sallusti, Di Giovanni (Di Giosia), Valentini (Borrelli), Fuscà (Lucatelli), Marzulli (Tidu), Mancuso. A disp. : Di Paolo, Buscio. All. : Palumbo.

Arbitro: Capobianchi di Tivoli.

Marcatori: 20’pt aut. Sallusti, 26’pt Procaccianti, 13’st Di Giovanni, 21’st Fuscà.

Quarta vittoria consecutiva per gli Allievi Regionali, che battono il Guidonia e tengono il passo del Sansa.

I rivali non sbagliano neanche a Villalba, ottenendo il sesto successo su sei gare; stessa storia anche per il Tor Sapienza, che non molla di un centimetro il duello a distanza con la compagine romana in attesa dello scontro diretto previsto per la terzultima giornata.

Il Guidnoia è stata una gatta difficile da pelare: nonostante la posizione di bassa classifica, i tiburtini hanno lottato con ardore, offrendo una resistenza coriacea per almeno 50’ di gara.

Sembra partire bene il Tor Sapienza, che sfiora due volte il gol con Fuscà, ma l’iniziale fase di studio viene rotta da un episodio che premia il Guidonia, che passa in vantaggio al 20’ grazie al tocco sfortunato di Sallusti sul cross di Cimaglia.

I gialloverdi non si perdono d’animo e pareggiano praticamente subito. Gli schemi su calcio d’angolo sono ormai il piatto forte in casa Tor Sapienza: blocco sul secondo palo e inserimento di Procaccianti che di testa insacca per il pari.

Nella ripresa, Palumbo sfodera il 4312, spostando Mancuso fra le linee. Senza punti di riferimento il capitano sa far male, mentre l’ingresso di Tidu  assicura più spazio e brio anche sulle fasce.

È proprio da un’invenzione del capitano che nasce il gol del 2 – 1. Fabbri avvia l’azione, Mancuso raccoglie il triangolo e offre un cioccolatino troppo gustoso da sputar via a Di Giovanni, che stoppa e mette all’angolino.

Tempo otto minuti e al 21’ i gialloverdi chiudono la pratica: Arenelli dice no a Fuscà, ma dal successivo corner un altro schema mette nelle migliori condizioni l’attaccante di Palumbo per fare 3 – 1 con un bel tocco al volo.

Nel finale Lucatelli e Tidu potrebbero arrotondare sul 4 – 1, ma la traversa dice no al primo, con il secondo impreciso al momento del tiro.

A fine gara arrivano anche i complimenti di mister Palumbo: «non era affatto una gara facile ed i ragazzi sono stati eccezionali nel ribaltare una situazione sfortunata che ci ha portato in svantaggio.

Ho visto un grande carattere una squadra sempre più matura – sottolinea Palumbo – ma per competere in questo girone non dobbiamo fallire così tante occasioni.

Ci serve più cinismo nelle azioni da gol e lavoreremo su questo aspetto in settimana, nel frattempo faccio ancora i complimenti ai ragazzi che hanno segnato nei momenti caldi della gara».