È una Pro Calcio da impazzire: 4 - 1 all'Arce, il Tor Sapienza sogna la D

Eccellenza, 24^ giornata: Pro Calcio Tor Sapienza – Arce 4 – 1

Tor Sapienza (4-2-3-1): De Angelis; Stramenga, Ruggiero, D’Astolfo (29’st D’Ignazio), Santori; Minelli (26’st Graziani), Marra; Panella (17’st Sarmiento), Della Penna, Toracchio (35’st Mancini); Camilli (32’st Di Giovanni). A disp. : Mattia, Procaccianti, Marzulli, Maione. All. : Anselmi.

Arce (4-2-3-1): Tarquinio; Zazza (24’pt Simone), Gallo, Pescosolido, Colo; Lillo (42’pt Greco), Persichini; Pintori (32’st Zarich), Sanna, Arduini (15’st Kamara); Rodriguez (24’pt D’Alessandris). A disp. :

Arbitro: Andriambelo di Roma 1.

Marcatori: 10’pt e 41st Della Penna, 22’pt Minelli, 44’pt Santori, 39’st D’Alessandris.

Note: 5’ e 3’ recupero; ammoniti Stramenga, Lillo, Ruggiero; al 3’st espulso Coli per fallo su chiara occasione da rete.

Un Tor Sapienza da impazzire, da amare, da esaltare.

I ragazzi di Anselmi si prendono il big match con una prestazione sontuosa, sbloccando subito la partita grazie ad un approccio rabbioso e battendo la seconda forza del campionato con un perentorio 4 – 1.

È andata in scena una grande partita al Castelli, merito anche degli ospiti che hanno giocato a viso aperto favorendo lo spettacolo. Un assente per parte, La Rosa per l’Arce e Marini per il Tor Sapienza, pronti via e la Pro Calcio sblocca subito la gara: al 10’ gran lavoro di Camilli sulla destra, cross teso in arietta dove si avventa Della Penna, tocco sporco ma va bene così ed è vantaggio gialloverde!

L’Arce vorrebbe reagire con i calci piazzati, interessante il tentativo di Pintori al 13’, il colpo di testa di Pescosolido è però fuori misura.

La gara diverte, al 16’ grossa occasione per il raddoppio gialloverde, Ruggiero e Toracchio triangolano bene a sinistra, ma Camlli è impreciso sotto rete.

Ma il raddoppio è nell’aria e arriverà al 22’: Della Penna stavolta inventa, Toracchio rifinisce con un tocco geniale di prima aprendo un’autostrada a Minelli, slalom speciale, tocco preciso e 2 – 0 per la Pro Calcio Tor Sapienza.

Sotto di due reti Campolo opera due sostituzioni al 24’, ma i pericoli degli ospiti sono sempre su calcio piazzato. Pintori getta scompiglio in area al 28’ in doppia battuta, ma a Simone non riesce la deviazione vincente.

Ancora Pro Calcio al 31’, sulla corsa di Camilli ci vuole una super chiusura di Pescosolido per evitare il 3 – 0 agli ospiti, 3 – 0 che arriverà al minuto numero 44 con Santori.

Il capitano, come a Pomezia, trova una splendida traiettoria da fermo, che beffa il portiere ospite Tarquinio e che vale il tris, quinta rete in stagione per un Santori sempre più protagonista.

La ripresa si aprirà con il rosso a Coli, reo di un fallo su chiara occasione da rete su Della Penna. Stavolta però la mira di Santori non è ottimale, palla alta.

Con l’uomo in più la Pro Calcio Tor Sapienza gestisce bene il vantaggio, l’Arce non si arrende e al 21’ De Angelis se la vede brutta su questa palla tagliata di Pintori, ma Andriambelo ferma il gioco per offside.

Si aprono spazi per la Pro Calcio, al 30’ altra grande combinazione fra Camilli e Ruggiero, l’assist in arietta però non trova un destinatario. Camilli è scatenato e al 31’ strappa ancora sulla sinistra, stavolta è Toracchio a mancare l’appuntamento con il gol spedendo alto.

Al 39’ gli sforzi dell’Arce vengono premiati, su una lettura sbagliata di Ruggiero arriva D’Alessandris che con un comodo tap in segna il 3 – 1. Ma nel finale c’è spazio ancora per il definitivo 4 – 1 di Della Penna: splendida l’azione del Tor Sapienza, Mancini apre a sinistra, Sarmiento si inventa una giocata strepitosa che libera al tiro Della Penna, soluzione potente e bagno di gioia sotto al settore.

Il 4 – 1 finale certifica che la Pro Calcio Tor Sapienza è ormai una grande squadra: i ragazzi di Anselmi oggi hanno dimostrato a tutti che i loro sogni sono concreti, e con un rush finale importante la Serie D non è più un miraggio.

A rendere più gustosa la domenica ci sono le sconfitte delle inseguitrici Ottavia e Pomezia: ora il Tor Sapienza è a +6 dal secondo posto, la capolista ha preso il via ma dovrà confermarsi ad Ausonia, dove la prossima settimana la attende un’altra sfida da brividi.