Fra Latina Scalo e Pro Calcio un pari divertente, 0 - 0 e c'è anche un gol fantasma

Eccellenza, 23^ giornata: Latina Scalo S. – PC Tor Sapienza 0 – 0

Latina Scalo (4-1-4-1); Viscusi; Monti (37’st Morelli), Spirito, Chiarucci, Maola; Prati; Cangianiello (28’st Romani), Torri, Bispuri, Aquilani; Campagna (40’st Cifra). A disp. : Tricarico, Antonelli, Pollace, Gabrielli, Veroni, Ch. Mancini. All. : Bindi.

PC Tor Sapienza (4-2-3-1): De Angelis; Ruggiero, Marini, Stramenga, D’Ignazio; Minelli (35’st Graziani), Marra; Panella (29’st G. Mancini), Della Penna, Sarmiento (33’st Montesi); Camilli (43’st Di Giovanni). A disp. : Mattia, Pungitore, Nargiso, Marzulli, Toracchio. All. : Anselmi.

Arbitro: Baratta di Ciampino.

Note: 1’ e 3’ recupero; ammonito Ruggiero.

Periodo sfortunato per la Pro Calcio Tor Sapienza, anche a Latina la prestazione di livello non basta per aver ragione di un Latina Scalo duro a morire.

Il parziale di 0 – 0 non inganni: fra i padroni di casa e la capolista è stata partita vera, maschia, combattuta, con molte occasioni. La più ghiotta però, purtroppo per la Pro Calcio, si è andata a stampare sulla traversa e poi sulla linea a pochi minuti dall’inizio della ripresa, con Panella davvero sfortunato e la sensazione che il pallone potesse anche essere entrato.

Il primo tempo si era aperto però con un’occasionissima per i padroni di casa, con Cangianiello che però non riusciva a inquadrare la porta a pochi passi da De Angelis, la palla si perdeva alta.

De Angelis sarà invece decisivo al 26’, sfoggiando un grande riflesso su Spirito: il terzino di casa ci provava in rovesciata sugli sviluppi di una mischia, De Angelis rispondeva presente con la mano di richiamo.

Passata la buriana, i gialloverdi prendono lentamente controllo delle operazioni. Al 41’ era Della Penna a provarci due volte, prima su punizione, poi con un tiro secco, bravo Viscusi a smanacciare.

Nella ripresa c’è solo il Tor Sapienza in campo. Al 7’ minuto su uno strappo di Camilli, Panella si avventava in arietta e calciava a botta sicura, la palla si impennava e colpiva la parte interna della traversa. Gol o non gol? L’arbitro Baratta di Ciampino decide per il no, e il Tor Sapienza si conferma sfortunata con gli episodi. Dopo il rigore inesistente contro l’Ottavia, anche oggi l’interpretazione arbitrale va contro il Tor Sapienza.

L’unico tiro in porta dei padroni di casa arrivava al 17’, con Prati che sferrava un mig dai 25 metri spaventando solo De Angelis, palla alta di poco, mentre Camilli al 19’ calcerà troppo debole, seppur da una buona angolatura dalla sinistra, per far male a Viscusi.

Viscusi al 47’ salverà il risultato: è suo il grandissimo intervento a mano aperta che nega il gol alla bordata di Della Penna, bravo a calciare al volo un bel cross di Ruggiero dalla destra.

Finiva 0 – 0, ancora rimpianti per un Tor Sapienza che gioca benissimo ma raccoglie poco, ancora una volta non per demeriti propri.