Tor Sapienza e Ottavia divertono, ma al Di Marco finisce in parità. 

Eccellenza, 5^ giornata: Ottavia – PC Tor Sapienza 1 – 1

Ottavia: Cappelletto; Galli (1’st Giustini), Cornacchia, Mezzetti, Moauro; Cervini, Politi, Sabatino (18’st Luciani); Rocchi, Leonardi, Battaiotto. A disp. : Miozzi, Coccitto, Cericola, Zappa, Montanari, Giannone. All. : Porcelli.

Tor Sapienza: De Angelis; Stramenga (1’st Elia), Marini, D’Astolfo, Santori; Minelli, Mancini (39’st Malione), Nargiso; Di Giovanni (18’st Giulitti), Della Penna (30’st Di Bella), Sarmiento (16’st Toracchio). A disp. : Mattia, D’Ignazio, Rossi, Viselli. All. : Anselmi.

Arbitro: Vallocchia di Rieti.

Marcatori: 4’pt Leonardi, 17’pt Nargiso.

Note: 0’ e 4’ recupero; ammoniti Moauro, D’Astolfo, Mezzetti, Minelli.

La Pro Calcio Tor Sapienza esce dal Di Marco con un buon pareggio, un risultato che prima del fischio d’inizio sarebbe stato valutato positivamente, ma che avrebbe potuto essere anche diverso.

I gialloverdi, contro una delle migliori della classe, sfoderano una bella prestazione, fatta di intensità, pressing, ripartenze e trame interessanti sulla trequarti, ma non riescono a portare a casa l’intera posta. Il pareggio allora è il risultato più giusto, se è vero che nel calcio il cinismo la fa da padrona: ben quattro le grandi occasioni divorate dagli avanti del Tor Sapienza.

I ragazzi di Anselmi sono stati comunque bravi a sovvertire un inizio difficile: dopo neanche cinque minuti infatti i padroni di casa, forti di un buon possesso palla, passavano subito in vantaggio con la saetta di Leonardi, che trovava un tiro a giro meraviglioso dal limite dell’area, con De Angelis incolpevole.

Con tanta buona volontà, i gialloverdi reagiscono, e se al 15’ Di Giovanni per poco non trova l’angolino su colpo di testa, sfruttando male un ottimo servizio di Sarmiento, due minuti dopo scoccherà il pareggio.

Mancini si procura una punizione dal limite, alla battuta si presenta un Nargiso freddo come il ghiaccio, che colpisce basso e insacca in porta, complice forse una deviazione.

L’uno a uno mette la partita in equilibrio, si lotterà per tutto il primo tempo senza che nessuno prenda effettivamente le redini del gioco. L’Ottavia si fa pericolosa col solito Leonardi, che in girata metteva pressione a un sicuro De Angelis (’34), al 43’ Di Giovanni spediva fuori un’altra ottima occasione, non centrando la porta con la testa sul cross di Minelli.

Nella ripresa Sabatino e Cervini calano, e il Tor Sapienza guadagna nel possesso palla grazie alla grinta di Minelli e alla lucidità di Nargiso, oggi leader lì in mezzo. Proprio lui dalla bandierina prova a mettere le ali a Di Giovanni al 5’, ma il volo del centravanti fa terminare il pallone, ancora colpito di testa, sul fondo.

Al 22’ è anche Toracchio, molto voglioso, a provarci con un tiro al volo da fuori, poco potente per spaventare l’attento Cappelletto, mentre al 25’ Leonardi centra il palo dopo un’azione convulsa in area, viziata da un’evidente fallo per gioco pericoloso su D’Astolfo.

Nel finale ancora superbo De Angelis sul rasoterra di Rocchi, intervento che vale quasi un gol. Finisce 1 – 1, tante occasioni per parte ma la gara si conclude con un giusto pareggio. Un risultato che evidenzia ancora la forza e le potenzialità di un gruppo giovane ma di qualità, quello del Tor Sapienza: oggi in campo c’erano ben due 2001 e, in certi frangenti, addirittura sette under. La nostra meglio gioventù.