Allievi con classe sul Monterotondo, Palumbo: "Adesso continuità"

Allievi Regionali, 4^ giornata: Eretum Monterotondo – Tor Sapienza 2 – 4

Eretum Monterotondo: Simon;Orlandi, Rascunà, Di Nallo, Bontempo, Quintino, Leta, Ferrara, Piccolo, Sansone, Bonifazi. A disp. : F. Territo, Perin, Ciocca, Angelini, C. Territo, Donati, Delle Side. All. : Pierangeli.

Tor Sapienza: Frezzotti (Di Paolo); De Nicola (Procaccianti), Mesa (Amoroso), Fabbri (Marzulli), Forte, Sallusti; Fuscà, Valentini, Lucatelli (Di Giovanni), Tidu (Di Giosia), Mancuso (Borrelli). A disp. : - All. : Palumbo.

Marcatori: 15’pt rig. e 34’pt Ferrara, 23’pt Mancuso, 4’st Procaccianti, 12’st Sallusti, 20’st Di Giovanni.

Vince e convince il Tor Sapienza a Monterotondo, scacciando i pensieri dalle ultime due uscite sottotono.

Al Cecconi, i ragazzi di Palumbo incontrano un Eretum organizzato e aggressivo nel pressing, rimontando i due gol segnati nel primo tempo dall’interessante Ferrara, bravo a segnare su rigore e cinico nello sfruttare un regalo della nostra retroguardia valso il 2 – 1.

Nel primo tempo il Tor Sapienza, al di là del pareggio di Mancuso al termine di una bella azione corale rilegata da Lucatelli, Fabbri e Tidu, ha le fonti del gioco prosciugate. Merito dei gialloblu, encomiabili nel loro pressing alto che ha bloccato la sorgente del gioco gialloverde, Valentini.

Ciononostante, Mancuso avrebbe l’occasione di pareggiarla a pochi minuti dall’intervallo, ma a tu per tu con Simon spara a lato subendo la rimonta della difesa gialloblu.

Nella ripresa, Palumbo spariglia il mazzo come di consueto e le cose cambiano. La difesa passa a tre, ma è il centrocampo a 4 con Tidu e Di Giovanni esterni a rendere la manovra gialloverde più ariosa e ficcante.

Gli spazi si allargano, il Monterotondo non ha neanche il tempo di ripiegare: al 4’ il neo entrato Procaccianti sfrutta un eccellente schema su calcio piazzato per sorprendere la difesa di casa e siglare il pari.

Per il sorpasso il tempo di cottura è meno di dieci minuti. Anche stavolta uno schema: Sallusti capitalizza al meglio il blocco centrale insaccando di testa, mentre il gol che dà tranquillità viene facilitato da uno svarione di Simon, che consegna a Di Giovanni un pallone impossibile da sbagliare.

Con tre gol arrivati su calcio piazzato, stavolta anche la prestazione ha lasciati tutti soddisfatti, a partire da un Palumbo in brodo di giuggiole, che nel post-gara ha pubblicamente riconosciuto quanto «i ragazzi si sono impegnati per vincere una gara dall’alto coefficiente di difficoltà.

Quel che ho davvero apprezzato – sottolinea Palumbo – è stata la volontà di proporre sempre gioco al di là del risultato. Abbiamo incontrato un’ottima squadra contro la quale poteva starci andare sotto, loro sono stati bravi anche a gestirla pressandoci alto per un tempo.

Nella ripresa sono usciti fuori i nostri valori, ma oggi (domenica ndr) sono felice della prestazione durante tutti gli ottanta minuti di gioco, non avevo dubbi sulla reazione dei miei ragazzi.

«Stanno tornando i vecchi tempi… – sogghigna il tecnico partenopeo – ma è proprio adesso che viene il bello: dobbiamo essere continui e non accontentarci di quanto fatto.

Siamo solo all’inizio, ed il bello di questo sport è la continuità, dal quale si genera entusiasmo. Domenica prossima voglio le stesse risposte che ho avuto contro il Monterotondo».

 

Ultime News